mercoledì 14 dicembre 2016

Rafforzare il proprio brand aziendale con i social media

Non solo like e condivisione ma negli ultimi anni i social media hanno acquisito un’importanza per la strategia delle aziende, soprattutto nella pubblicità.
Il numero di utenti iscritti ai vari canali social aumenta a dismisura, le aziende hanno percepito questo trend, usano i social network per pubblicizzare e promuovere i propri prodotti e servizi.
Come rivela l’agenzia pubblicitaria Zenith Optimedia nel suo report Advertising Expenditure Forecasts, in termini numerici, la spesa in inserzioni pubblicitarie sui social network passerà dai 29 miliardi di dollari nel 2016 a 50 miliardi di dollari, tra il 2016 e il 2019. Una crescita che, in soli tre anni, sarà del 72%, la spesa pubblicitaria globale aumenterà del 4,4%.
I social network hanno beneficiato del boom degli smartphone, in media li guardiamo 150 volte al giorno, per controllare la posta elettronica o per comunicare, i social network sono diventati la principale fonte di notizie. Le pubblicità sui social si fondono perfettamente con il news feed diventando più efficaci rispetto ai formati classici tipo i banner.

Secondo alcuni report la promozione sui social media supererà  quella nei quotidiani cartacei, solo entro il 2019, Zenith stima una spesa nel settore pari a 50.2 miliardi di dollari per il social media rispetto ai 50.7 miliardi per i giornali, uno stacco del solo 1% tra la rete e il cartaceo. I video sono di certo i re indiscussi dell’advertising: aumentano del 18% ogni anno, un importo che supera, seppur di poco, la somma prevista per la pubblicità in radio.
Se vuoi imparare a fare campagne advertising sui social media, clicca qui

venerdì 11 novembre 2016

Il lavorò si cercherà su Facebook

Facebook supera ormai gli 1,8 miliardi di utenti, trova sempre qualche novità importante nei suoi aggiornamenti, per rendere la piattaforma utile per i suoi iscritti.
Dopo aver lanciato Workplace, la versione del suo social network dedicata alle aziende (e già utilizzata da oltre mille grandi imprese in tutto il mondo), ha cacciato una novità più succosa che si appresta a diventare realtà, che è in fase di test in Nuova Zelanda, sarà quella che ci consentirà di trovare lavoro direttamente sul social network.
I responsabili delle pagine di una società o di un'azienda potranno inserire gli annunci di lavoro e acquisire le candidature degli utenti.
In questo caso Facebook andrà a replicare LinkedIn, che ha già una ricca sezione di opportunità di lavoro e dagli abbonamenti di aziende e recruiter trae buona parte dei suoi ricavi.
LinkedIn, è usato in Italia da 9 milioni di utenti, 4 milioni di aziende attive di cui più di 40mila lo usano per assumere, con questa manovra anche Facebook sposta i suoi molteplici interessi anche tra un intermediazione fra offerta e domanda di lavoro, diventando un competitor di Linkedin.

                                   


Candidarsi diventerà dunque rapidissimo, soprattutto sarà facilissimo e utilissimo per i reclutatori prima di fissare un eventuale colloquio: sbirciare fra foto, post, passioni del selezionato. Basti pensare che, secondo una ricerca pubblicata da Adecco lo scorso anno e ancora fra le più complete nel settore, il 35% degli headhunter boccia i candidati a causa di ciò che vede sui social. E in generale, l’80% dei candidati e il 64% dei responsabili delle risorse umane sfruttano il web come piattaforma principale del proprio lavoro di selezione.
Le aziende potranno inserire tutte le caratteristiche nella job description: il Salario previsto, titolo della mansione, specifiche come part-time e full-time. Gli annunci che appariranno nelle bacheche delle Pagine Facebook saranno differenziati dagli altri tipi di contenuti, gli utenti possono usufruire del pulsante “Candidati Ora” con cui si potrà inviare il classico form già precompilato in base alle informazioni ricavate dal proprio profilo. Le aziende riceveranno le candidature come se si trattasse di un messaggio privato, e questo è forse l’unico neo per chi gestisce le pagine, visto che si rischierà di sovrapporre richieste di chiarimenti e i curricula dei candidati.


Per conoscere gli ultimi aggiornamenti su Facebook: Corso Skill Lab in Facebook in Marketing

Se vuoi sviluppare il personal branding e relazioni online con i Social Media, per essere presente e visibile nel mondo online abbiamo la soluzione adatta a te: Farsi assumere in tempo di crisi, il libro di Massimo Perciavalle, coach del lavoro e della carriera, e di Alessandro Prunesti, esperto nel settor digital.

giovedì 6 ottobre 2016

C'è spazio

C’è spazio è un programma di divulgazione scientifica in 10 puntate della giornalista del TG2000 Letizia Davoli che andrà in onda in prima serata da ottobre a dicembre. Nato dall’esigenza di raccontare in modo semplice i tanti eventi che hanno segnato l’avventura dell’uomo nello spazio, ha come protagonista assoluto l’Universo con tutti i suoi misteri e le sue meraviglie.
Prodotto con il patrocinio della Agenzia Spaziale Europea e della Agenzia Spaziale Italiana, propone in ogni puntata immagini straordinarie e inedite di stelle e pianeti descritte in modo chiaro e alla portata di tutti. Appuntamento settimanale per raccontare in 90 minuti le teorie sull’origine dell’universo, le onde gravitazionali, la ricerca sulla vita extraterrestre. Insieme alla conduttrice, in studio, le eccellenze della ricerca scientifica italiana e un pubblico formato da appassionati che interagiscono con i ricercatori ponendo dubbi e domande
cespazio-autori
Il programma sarà in onda settimanalmente da giovedì 6 Ottobre alle 21.10, in studio tra le eccellenze delle ricerca scientifica, Giorgio di Bernardo, docente del Master in Comunicazione scientifica, in partenza il 3 Dicembre. 

Tutti coloro che prenotano un colloquio per partecipare alla selezione dei percorsi formativi di Make it So, possono prendere parte alla diretta del 19 ottobre in occasione dell’atterraggio su Marte della sonda europea Schiaparelli. L’invito è esteso anche agli ex partecipanti del Master di comunicazione scientifica, per confermare la presenza come pubblico, bisogna inviare entro il 10 ottobre un' email con i propri dati ad info@makeitso.it.

lunedì 12 settembre 2016

La Settimana della Scienza

Make it So, in collaborazione con Frascati Scienza presidierà alla Settimana della Scienza, giunta alla XI edizione, che culminerà il 30 settembre con la Notte Europea dei Ricercatori. Il tema di quest’anno è il Made in Science, la scienza vista come garanzia di eccellenza della ricerca, seria e consolidata, che migliora realmente la vita quotidiana di tutti. 
Obiettivo della Settimana della Scienza è quello di sensibilizzare l’opinione pubblica alla ricerca, l’evento si svolgerà in 23 città italiane, coordinate dall’associazione Frascati Scienza. Make it So, presenzierà l’evento della Settimana della Scienza,  presso il SAPERmercato (mercato coperto di Frascati) nel pomeriggio di martedì 27 e di giovedì 29 Settembre.
Make it So, sempre attenta alla ricerca e alla divulgazione scientifica, organizza il Master in Comunicazione Scientifica,VI Edizione, in partenza il 5 Novembre a Roma. Il Master forma esperti della comunicazione che sappiano scrivere e rappresentare la scienza in maniera estesa e chiara dirigendola anche ai non addetti ai lavori.
Il Progetto nasce dal presupposto secondo il quale nel panorama scientifico attuale non è di per sé sufficiente il “saper fare”, ma occorre “far sapere” e “saper rappresentare e argomentare”, affinché il valore della ricerca e della scoperta scientifica possa essere trasmesso ed incrementato anche mediante interdisciplinarietà.
L’approccio metodologico è fortemente orientato ad una formazione pratica e professionalizzante, i partecipanti potranno confrontarsi con un team di esperti della scienza. 

Master in Comunicazione scientifica agevolazione del 22% per iscrizioni pervenute entro il 23 Settembre, richiedi informazioni inviando un'email a: info@makeitso.it o contattare il numero: 06-45471749
Ti aspettiamo.

mercoledì 6 luglio 2016

Workshop gratuito “La comunicazione scientifica” 13 Luglio

Partecipa al workshop gratuito per introdurti alla professione di divulgatore scientifico. Il workshop è dedicato a ricercatori scientifici, giornalisti, redattori, laureati in materie umanistiche e scientifiche che ambiscano a lavorare nell’area comunicazione o che vogliano valorizzare e divulgare in maniera efficace i propri progetti.
Programma
• Comunicare per la scienza
• Le nuove figure professionali nella comunicazione scientifica
• Tecniche di Comunicazione
• Parlare in pubblico
• La gestione dell’uditorio
• L’Action Plan dell’intervento comunicativo
• Strumenti di Supporto alla comunicazione
• Simulazione sull’erogazione di una presentazione


La giornata gratuita sarà una pillola formativa del Master in Comunicazione Scientifica in partenza a Roma il 5 novembre 2016. Per chi volesse approfondire sarà possibile al termine del workshop accedere alle selezioni, prenotandosi ad un colloquio informativo e di orientamento.
Il programma della giornata prevede un laboratorio sulle tecniche per preparare una presentazione scientifica.
Il programma esteso del Master comprende:
• la comunicazione scientifica sui media
• comunicare la scienza con gli eventi: fiere, convegni e festival scientifici
• l’informazione scientifica giornalistica nella scienza
• laboratorio di scrittura efficace: i blog scientifici
• parlare in pubblico
• costruire un documento scientifico
• la multimedialità della scienza: i social.
Richiedi informazioni compilando in format, sarai contattato dalla nostra segreteria per l'accesso al Workshop o invia una mail a info@makeitso.it

martedì 28 giugno 2016

Microsoft acquista “LinkedIn”

Microsoft ha acquistato il social network per professionisti “LinkedIn” una operazione da 26,2 miliardi di dollari. La mossa del colosso americano ha come intento rafforzare la sua presenza nelle attività online, soprattutto rivolte alle imprese. LinkedIn, fondata nel 2002 e che oggi vanta oltre 430 milioni di utenti nel mondo, in aumento del 19% nell'ultimo anno, è uno dei pionieri dei social network. I suoi servizi sono rivolti sia ai consumatori che alle aziende, in grado di cercare e trovare personale qualificato o promuovere le proprie attività attraverso i suoi molteplici servizi.
Da New York  rimbalza la notizia che “LinkedIn manterrà il proprio brand distintivo, cultura e indipendenza”LinkedIn può essere utilissimo per il futuro di Microsoft, per questo motivo Nadella, AD di Microsoft lo ha voluto a tutti i costi, Jeff Weiner, rimarrà amministratore delegato di LinkedIn.
La mossa di Microsoft ha spiazzato un pò tutti, compreso Mark Zuckerberg, che ha messo da tempo gli occhi sul settore professionale. LinkedIn negli ultimi anni è cresciuto in maniera esponenziale, raggiungendo i 400 milioni di utenti, Facebook ha da poco introdotto “Facebook at Work”, ma il colosso di Redmond ha ormai abituato ad operazioni del genere, nel 2011 si portò a casa Skype con 8,5 miliardi. Nel 2013 comprò Nokia per 7,17, il futuro dei social professionali sembra tracciato: servizi e connessioni in un'unica piattaforma.

lunedì 20 giugno 2016

Possibile novità su Facebook

Facebook è un social network sempre in continuo divenire, una potenza non solo a livello sociale e relazionale ma anche pubblicitario, soprattutto con la Facebook Ads che sta togliendo sempre più spazio a Google Adwords.


Nel giro di 5 anni potremmo vedere scomparire il testo nei post per far posto alle immagini in movimento. Il dirigente del Social Network più famoso del mondo è intervenuto a margine di un evento organizzato a Londra, affermando “se dovessi fare una scommessa direi: video, video, video“, tre volte video è più di una certezza. Nell’ultimo anno le visualizzazioni di video su Facebook sono passate da 1 miliardo a 8 miliardi. Mentre sono 100 milioni il numero di ore che gli utenti del Social Network dedicano ai video.
Non a caso Facebook ha intercettato questa nuova tendenza creando la possibilità del live, non solo per le pagine, sfruttate da vip e testate giornalistiche, ma anche dai profili comuni.
Non saranno d'accordo molti utenti dal momento che i video, consumano molti dati e tendono a far esaurire la batteria più velocemente.
Fonte: UrbanPost

venerdì 10 giugno 2016

Storytelling fotografico della presentazione di "Offline è bello"

Mercoledì 8 giugno il coach del lavoro Massimo Perciavalle e il digital specialist Alessandro Prunesti hanno presentato alla Feltrinelli di via Livia Roma il loro nuovo libro "Offline è bello, il percorso di digital detox per migliorare relazioni, lavoro e benessere" editore Franco Angeli,  Relatrice della presentazione la business coach Elisa Cori.

Foto dell'evento

                

              



     

             




Per partecipare agli altri eventi in programmazione iscriviti alla newsletter: clicca qui

martedì 31 maggio 2016

8 Giugno Roma presentazione del libro "Offline è bello

Roma 8 Giugno alle 18.00: presso la Feltrinelli di viale Libia, Massimo Perciavalle e Alessandro Prunesti presenteranno il libro "Offline è bello - il percorso di digital detox per migliorare relazioni, lavoro e benessere" editore Franco Angeli, in uscita tutte le librerie da fine Maggio. Ad accompagnare la presentazione la business coach Elisa Cori.
     
          

Quante volte ci è capitato di essere a cena con amici o colleghi e di vedere che, invece di parlare con noi a tavola, questi cominciavano a navigare sul proprio smartphone e a chattare con altri? Oppure a controllare ossessivamente le notifiche di Facebook nell’attesa di un “mi piace” sui loro post?
Aldilà della maleducazione, il problema è che questo tipo di cattive abitudini ha ricadute negative anche nell’ambito professionale impattando sulla gestione del tempo o sull’attenzione dedicata a ciascuna singola attività.
Ci viene chiesto di essere tutti multitasking, seguiamo troppe attività contemporaneamente, lavoriamo con informazioni e messaggi che arrivano da diverse fonti ed inevitabilmente facciamo più fatica a portarle a compimento in maniera sistematica.
E allora? DIGITAL DETOX! Disintossichiamoci per il nostro bene.
Non demonizziamo il web o le piattaforme, ma capiamo i pericoli di un uso eccessivo ed incontrollato e cerchiamo soluzioni efficaci.
Questo manuale vuole portare il lettore a un uso più consapevole e produttivo delle tecnologie web, social e mobile, proponendo due percorsi per abbattere gli effetti collaterali del digitale: uno dedicato ai singoli individui, l’altro alle aziende.
Vi troverai, dunque, strategie pratiche per migliorare le relazioni interpersonali e la qualità del vostro lavoro e riuscire così a raggiungere un maggiore benessere sia nella vita personale che in quella professionale.
A maggio in tutte le librerie troverete il nuovo libro di Massimo Perciavalle e Alessandro Prunesti "Offline è bello" il percorso di Digital Detox per migliorare le relazioni, lavoro e benessere, edito da Franco Angeli.
Per saperne di piùclicca qui
                                                      Libro-Offline-bello-copertina
Rassegna stampa di Massimo Perciavalle
11/10/2013 :Intervento nella Trasmissione Start di Radio Rai 1
16/10/2013: Donna Moderna Le 8 ragioni che non ti faranno assumere mai30/10/2013: Donna Moderna Per fare carriere non cadere in queste trappole
11/2013:     Airone Le 3 regole per vendersi bene
11/2013      Speciale Focus n. 252 nell’inserto “guide 2013 lavoro come prepararsi , dove trovarlo”
12/2013:     Cosmopolitan Durante le feste? Sopravvivi così all’overdose di parenti01/2014:     Cosmopolitan Il tuo talento in un numero08/01/2014: Donna Moderna Come amare il tuo lavoro senza cambiarlo02/04/2014: Donna Moderna Lavoro, lingue, internet. Corsi per chi va di fretta
14/07/2014: Blog Giorni Moderni – di Donna Moderna Che sfida trovare lavoro se si è over 40 o 50!
09/2014:      Cosmopolitan Cos’è IN Cos’è out nel social recruiting
22/12/2014: Portale Studenti.it - Videotutorial Come si fa il colloquio di lavoro? Ecco i consigli del coach
22/12/2014: Portale Studenti.it - Videotutorial Come parlare in pubblico: 7 consigli per superare ansia e paura
22/12/2014: Portale Studenti.it - Videotutorial Come affrontare un colloquio di lavoro di gruppo
22/12/2014: Portale Studenti.it - Videotutorial Colloquio di lavoro in inglese: domande e consigli
03/2015:     Cosmopolitan Ho inventato una scusa col capo per non andare a Roma a incontrare un cliente8/06/2015:   Intervento a Radio Deejay – Tratto dal videotutorial come superare il colloquio di selezione06/08/2015: Portale Studenti.it - Videotutorial Come affrontare l'ansia da interrogazione
06/08/2015: Portale Studenti.it - Videotutorial Come utilizzare i social per cercare lavoro
07/09/2015: Portale Studenti.it - Videotutorial 10 regole per una buona comunicazione07/09/2015: Portale Studenti.it - Videotutorial Come utilizzare il web per cercare il lavoro07/09/2015: Portale Studenti.it - Videotutorial Come ottenere il lavoro dei propri sogni07/09/2015: Portale Studenti.it - Videotutorial Come avere degli obiettivi professionali chiari29/10/2015: Cosmopolitan Trovare lavoro in 4 step
02/2016:      Donna Moderna 3 ebook per trovare lavoro
18/04/2016: Il Giornale Ma i cinquantenni di oggi sono più flessibili dei ragazzi 20/04/2016: Radio Radio Ricollocarsi dopo i 40 anni
28/04/2016: Prima Radio Ottieni il lavoro che vuoi, riscopri le tue ambizioni e valorizza le tue risorse con il self-coaching

giovedì 21 aprile 2016

AAAA Cercasi social media specialist

Il 21 Novembre del 753 A.C è una data importante con la fondazione della città eterna “Roma”, ma 90 anni fà nacque anche la regina Elisabetta.
Proprio da Londra viene un notizia inedita, se siete esperti dei cinguettii potete inoltrare la vostra candidatura a Buckingham  Palace.
Nonostante i suoi 90 anni la regina non vuole rinunciare a essere al passo coi tempi, sul sito ufficiale di Buckingham  Palace compare una proposta per diventare l'esperto social.
L’account @BritishMonarchy conta oltre  2 milioni di follower, anche la pagina Facebook è molto seguita, di lavoro è tanto, per questo motivo la regina Elisabetta cerca proprio Voi esperti dei social media.


L’offerta di lavoro è stata pubblicata il 18 aprile sul sito ufficiale della monarchia inglese, il compenso è molto cospicuo si aggira intorno ai 45mila - 50mila sterline all'anno per 37 ore di lavoro settimanale, all’incirca 64mila euro.  Buckingham Palace non sta cercando un profilo basico ma un professionista di alto spessore che abbia esperienza nella gestione di social network, siti internet e ogni altro formato digitale. La notizia è apparsa per la prima volta sul quotidiano britannico "The Telegraph".
Fatevi avanti, vi occuperete in prima persona di promuovere l'immagine della Regina Elisabetta e dei suoi discendenti sui social network. Un lavoro da sogno, molto ben pagato e con 33 giorni di ferie retribuite all'anno.

Diventa esperto dei social media: partecipa al Master in web marketing Make it So, esercitazioni pratiche con laboratori e project work e un team di docenti qualificati che saranno sempre a tuo supporto.

giovedì 7 aprile 2016

Raggiungi il meglio: 16 Aprile Workshop per raggiungere il meglio da te stesso e nella professione

video

Contatti e richieste: Per richiedere il modulo d’adesione scrivi a info@makeitso.it  o Contatta la segreteria allo 06-45471749
Perchè partecipare?
Sei fortemente interessato a dare una risposta a una di queste domande?
• Capire che cosa è importante per te in questo momento e cosa ti dà reale soddisfazione?
• Sapere quali sono i tuoi talenti e capire se sono quelli giusti per avere successo nel mercato del lavoro?
• Avere gli strumenti 2.0 per riuscire meglio sul mercato e rendere vincente la tua immagine professionale?
Se la risposta è Sìallora sei pronto a venire nel nostro workshop Raggiungi il meglio!
Con esercizi pratici e autovalutazioni sarai in grado di portare a casa una strategia per iniziare un nuovo percorso di successo e soddisfazioni

                                            

Destinatari

Tutti coloro che vogliono prendere consapevolezza dei propri talenti e scoprire come metterli in pratica nella vita e nella professione.

Contenuti

 
                                                  
 

Metodologia

Come
Abbiamo sviluppato un workshop mirato, articolato in tre passi, che ti aiuterà a creare il tuo successo professionale.

           
                        

Durata e Location:

Il corso si svolgerà il giorno 16 Aprile, dalle ore 10.00 alle ore 13.00 presso la sede di Make it So sita in via Paolo Paruta 20 a 150 m. dalla fermata metropolitana Ponte Lungo
Make it So è una società certificata in accordo alla UNI EN ISO 9001:2008 dall’ente di certificazione internazionale QMS CERT.
 
I trainer e Coach del Workshop:

  
Mauro Pillan - Trainer & Executive Coach:
Da oltre 20 anni si occupa di crescita individuale e organizzativa per importanti aziende e professionisti.  Aiuta le persone nella realizzazione dei loro desideri. Autore del libro Parti da te! Edito da Franco Angeli

  Massimo Perciavalle - Trainer e Coach del lavoro e la professione:
Responsabile didattico di Make it So. Trainer comportamentale per importanti aziende e professionisti.  Autore del libro Ottieni il lavoro che vuoi edito da Franco Angeli  

Costi

L’incontro è una palestra applicativa, con esercizi pratici individuali e di gruppo 
Il costo dell’incontro è di € 60.00
Bonus: materiale personalizzato e due libri dedicati agli argomenti presentati scritti dai due coach presenti

                                                                                                              
A conclusione del workshop viene consegnato un attestato di partecipazione

Contatti e richieste: Per richiedere il modulo d’adesione scrivi a info@makeitso.it  o Contatta la segreteria allo 06-45471749

venerdì 11 marzo 2016

Nuova rivoluzione per la pubblicità su smartphone

Dopo le reactions nuovo aggiornamento di Facebook, che lancia "Canvas", nuovo strumento pubblicitario pratico, dove dà la possibilità agli inserzionisti di creare esperienze immersive a tutto schermo.




Facebook Canvas era stato annunciato a Settembre, ma è stato lanciato il 25 Facebook, sarà disponibile per tutti gli account a fine Marzo.
Definito come un'esperienza "immersive" perchè quando l'utente clicca, il post diventa a tutto schermo, con varie opzioni: tra le quali vedere video e foto. Facebook Canvas è pensato esplicitamente per dispositivi mobile, soddisfacente sia per Android e iOS.

L'utilizzo è semplice e pratico, che non richiede nessuna conoscenza di codici, hai la possibilità di vedere l'anteprima di quello che stai creando. Con un solo clic ti trovi catapultato in un'esperienza pubblicitaria verticale e orizzontale a tutto schermo, puoi sfogliare le gallerie, vedere i video o cliccare su link e call to action, puoi poi ritornare alla schermata principale cliccando in alto a sinistra.

Facebook ha lanciato questo strumento per raccontare prodotti o servizi, coinvolgendo gli utenti sul lato emotivo.
Molti brand e aziende adoperano questo strumento, dato che hanno un completo controllo creativ per raggiungere obiettivi: dallo storytelling alla brand awareness, fino alla promozione di un prodotto o servizio attraverso dei video o collage fotografici.


mercoledì 24 febbraio 2016

Sono arrivate le reactions!!!

Non solo like, condivisioni o commenti sono arrivate finalmente le nuove reactions di Facebook, sopra al tasto mi piace.
Ora per tutti gli utenti di Facebook, oltre a mettere il solito mi piace, possono divertirsi anche con le nuove 7 reactions, dopo che Facebook le ha testate su alcuni profili.
La notizia, era già nell'aria, ma ha sorpreso tutti per la velocità di attivazione, ed è stata comunicata ufficialmente sulla newsroom del social da Sammi Krug.

Le reazioni funzionano in maniera molto semplice, basta tenere il tasto premuto sul pollice alzato e compare un menu a scelta con le nuove reactions e su ogni faccina compare una scritta con la scritta per spiegare la reazione associata.

Ci vorranno un paio di giorni prima che sia disponibile per tutti i dektop e browser, invece per i dispositivi mobile basta aggiornare l'applicazione.

Se vuoi conoscere le altre novità sui social media partecipa il corso in Organizzazione eventi e Social Media. Imparerai a gestire e presediare un evento sui social network.
Richiedi informazioni, invia una mail a info@makeitso.it oppure chiama allo 06.45471749










mercoledì 17 febbraio 2016

Come costruire un documentario scientifico.

Weekend con esercitazioni pratiche per i partecipanti al Master in Comunicazione Scientifica, durante la lezione "Costruire un documentario scientifico".
Giorgio di Bernardo e Giuseppe Baldieri hanno fornito tutti i dettagli su come organizzare un documentario scientifico: partendo dall'idea alla produzione fino alla realizzazione video, con gli strumenti adatti, con dei focus specifici in merito alle inquadrature, tecniche di ripresa, lo storyboard, il montaggio fino alla divulgazione con un linguaggio idoneo per rendere la comunicazione diretta e semplice. Durante il corso sono state spiegate le varie tipologie di documentario: reality, sequel, storico e scientifico.
Fare un video-documentario avviene attraverso 4 Processi:
1)Ideazione
2)Produzione
3)Post produzione-realizzazione
4)Distribuzione



Nella fase di ideazione vengono analizzate tutte le fonti e le documentazioni disponibili per poi procedere con la sceneggiatura e lo storyboard. La sceneggiatura è il copione scritto del nostro video con i dialoghi, la descrizione degli ambienti e le azioni, invece lo storyboard è il progetto dal punto di vista visivo. La fase di produzione approfondisce il linguaggio visivo con la composizione, le angolazioni, la messa a fuoco-profondità e la grafica. Si procede con il montaggio del video che viene effettuato con dei programmi specifici di composizione e grafica. La finalizzazione è l'ultimo processo, con la distribuzione, authoring e bollettini SIAE.














I partecipanti hanno eleborato un videoclip


Ultima lezione del Master in Comunicazione scientifica è “Multimedialità della Scienza” durante il corso imparerai ad utilizzare i diversi canali web e social media, il Docente Alessandro Prunesti ti spiegherà come usare in maniera efficiente i social network con esercitazioni pratiche. Richiedi informazioni: manda una mail a info@makeitso.it oppure chiama allo 06.45471749

giovedì 4 febbraio 2016

Come avviene la comunicazione scientifica e la promozione della notte europea dei ricercatori.



Weekend all’insegna della ricerca, nel Master in Comunicazione scientifica, con la testimonianza di Raffaele Giovanditti, Responsabile Comunicazione di Frascati Scienza ed ex corsista di Make it So. Durante il suo intervento si è soffermato su come funziona la promozione di un evento importante “la Notte europea dei ricercatori”, organizzata da Frascati Scienza, associazione nata nel 2008 con l’obiettivo di
1) diffondere la cultura scientifica sperimentando l’emozione della scoperta,
2) valorizzare l’area di ricerca romana e le sue infrastrutture nel Lazio, con particolare attenzione per l’area Tuscolana
3) educare i ricercatori alla cultura della comunicazione e diffusione dei propri risultati.

La notte europea dei ricercatori è un evento che si svolge  ogni anno in tutta Europa l’ultimo venerdì di Settembre, nel 2015 si è svolta in circa 300 città europee (22 città italiane). Da ormai 10 anni è diventato un grande evento che porta la scienza e i ricercatori tra i cittadini, i giovani e gli studenti contemporaneamente in tutta Italia e in Europa. Un’iniziativa che ha riscosso un successo sempre crescente e che è arrivata, durante la scorsa edizione, a toccare la cifra record di 50.000 presenze. L’evento di anno in anno è diventato sempre più importante, diverse Istituzioni ed enti scientifici come Esa, Enea,  IFN e altre società commerciali e associazioni aderiscono come partner.

Raffaele Giovanditti durante la sua testimonianza, ha spiegato ai partecipanti del Master come organizzare il piano di comunicazione di un evento importante come “La notte europea dei ricercatori” mostrando ai ragazzi il brief del piano di comunicazione dell’evento che si è svolto nel 2013, evidenziando che la promozione è avvenuta sia attraverso carta stampata (quotidiani, riviste) sia tramite web (sito, newsletter, blog e canali social), programmando tutte le attività da svolgere, stilando una deadline in modo da  gestire il budget disponibile in maniera efficiente al fine di centrare il target giusto.

Dopo aver programmato tutta la campagna di comunicazione, si procede allo svolgimento pratico dell’Awarness Campaign, che comprende tutta la pianificazione della campagna pubblicitaria e del piano di comunicazione
Di solito si svolge con una richiesta di preventivi , dopo averli analizzati si prosegue con l’approvazione e poi si procede con il Piano Mezzi. La presentazione del piano di strategie della comunicazione prevede una deadline precisa con il calendario giornaliero dei comunicati stampa da pubblicare e delle newsletter da inviare; durante questo processo viene definito anche il piano di distribuzione materiali stampa e vengono effettuate le richieste di acquisto. 

                                    

 In seguito si passa al terzo step: Ufficio Stampa, con la pubblicazione di comunicati stampa sia per testate e riviste dando rilevanza alla conferenza stampa con la presentazione dell’evento ufficiale.
L’ultimo step dell’ Awarness Campaign è la campagna blog, con il coinvolgimento di blogger o influencer con la stesura di articoli e post sui social in merito a Frascati Scienza.
Questi processi avvengono pre evento, ma la promozione non si ferma qui, si continua con le Activities during the night, soprattutto con le informazioni postate sui maggiori social al fine di coinvolgere e raggiungere più persone e interagire con i partecipanti. Tali attività perdurano anche dopo l’evento stesso.
Tutta l’attività di comunicazione scientifica è molto intensa e duratura nel tempo, abbiamo quindi una grande pianificazione iniziale e una fase promozionale più spinta a pochi mesi dall’evento stesso.
L’evento si chiude con il monitoraggio del gradimento attraverso la somministrazione di questionari ad alcuni partecipanti prescelti.

Tante novità si stanno preparando per l’evento del 2016 in programma a fine settembre,
"La notte europea dei ricercatori"

Ultima lezione del Master in Comunicazione scientifica “Multimedialità della Scienza” durante il corso imparerai ad utilizzare i diversi canali web e i social media. Richiedi informazioni: manda una mail a info@makeitso.it oppure chiama allo 06.45471749

giovedì 14 gennaio 2016

Colloquio di lavoro in inglese: domande e consigli

I consigli del coach del lavoro e della carriera Massimo Perciavalle su come affrontare un colloquio di lavoro in inglese



 
Massimo Perciavalle fondatore della Scuola di Alta Formazione “Make it So”, psicologo del lavoro, attualmente è un coach riconosciuto presso l’International Coach Federation (ACC) e socio della Società di Coaching Psicologico Italiana; E’ un Career e business coach, supporta giovani e professionisti nella ricerca del lavoro, lo sviluppo di carriera e nel proprio percorso di crescita in azienda.  E’ già coautore del libro Farsi assumere in Tempo di Crisi della Franco Angeli (2013).

 
Ottieni il lavoro che vuoi.                                                          Riscopri le tue ambizioni e valorizza le tue risorse con il self-coachingMassimo Perciavalle
Rassegna stampa di Massimo Perciavalle

11/10/2013 :Intervento nella Trasmissione Start di Radio Rai 1
16/10/2013: Donna Moderna Le 8 ragioni che non ti faranno assumere mai30/10/2013: Donna Moderna Per fare carriere non cadere in queste trappole
11/2013:     Airone Le 3 regole per vendersi bene
11/2013      Speciale Focus n. 252 nell’inserto “guide 2013 lavoro come prepararsi , dove trovarlo”
12/2013:     Cosmopolitan Durante le feste? Sopravvivi così all’overdose di parenti01/2014:     Cosmopolitan Il tuo talento in un numero08/01/2014: Donna Moderna Come amare il tuo lavoro senza cambiarlo02/04/2014: Donna Moderna Lavoro, lingue, internet. Corsi per chi va di fretta
14/07/2014: Blog Giorni Moderni – di Donna Moderna Che sfida trovare lavoro se si è over 40 o 50!
09/2014:      Cosmopolitan Cos’è IN Cos’è out nel social recruiting
22/12/2014: Portale Studenti.it - Videotutorial Come si fa il colloquio di lavoro? Ecco i consigli del coach
22/12/2014: Portale Studenti.it - Videotutorial Come parlare in pubblico: 7 consigli per superare ansia e paura
22/12/2014: Portale Studenti.it - Videotutorial Come affrontare un colloquio di lavoro di gruppo
22/12/2014: Portale Studenti.it - Videotutorial Colloquio di lavoro in inglese: domande e consigli
03/2015:     Cosmopolitan Ho inventato una scusa col capo per non andare a Roma a incontrare un cliente8/06/2015:   Intervento a Radio Deejay – Tratto dal videotutorial come superare il colloquio di selezione06/08/2015: Portale Studenti.it - Videotutorial Come affrontare l'ansia da interrogazione
06/08/2015: Portale Studenti.it - Videotutorial Come utilizzare i social per cercare lavoro
07/09/2015: Portale Studenti.it - Videotutorial 10 regole per una buona comunicazione07/09/2015: Portale Studenti.it - Videotutorial Come utilizzare il web per cercare il lavoro07/09/2015: Portale Studenti.it - Videotutorial Come ottenere il lavoro dei propri sogni07/09/2015: Portale Studenti.it - Videotutorial Come avere degli obiettivi professionali chiari

venerdì 8 gennaio 2016

Novità importante su Twitter

Quante volte vi è capitato che i caratteri di Twitter erano pochi? Quante volte vi siete serviti di più tweet per comunicare una cosa?


 

 
Forse da ora in poi non ne avrete più di questi problemi!
Non è una bufala, ma dalle ultime indiscrezioni dalla Obvious Corporation di San Francisco si parla di alcune novità importanti per tutti gli appassionati del social Twitter, che prevedrebbe post non più tweet di 140 caratteri come era nato inizialmente ma di 10mila caratteri.

Questa indiscrezione arriva da un tweet non di un personaggio qualunque ma del coofondatore e Ceo Jak Dorsey, che ha dichiarato: "Abbiamo passato molto tempo a osservare come si comportano le persone su Twitter. Le vediamo fare foto di un testo e twittarlo: e se invece quel testo, fosse davvero un testo?
 
Ultimamente Twitter ha subito diverse modifiche, inizialmente era un servizio gratuito di social networking e microblogging basato tutto sui tweet, traduzione dall’inglese “cinguettio” ovvero basato di messaggi istantanei, strumento di “giornalismo partecipativo”. Negli ultimi anni Twitter ha fatto alcune modifiche come inserimento di immagini, link e altri strumenti che possono dare un supporto migliore a tutti i clienti.
Per conoscere tutte le novità di Twitter e degli altri social, partecipa al Master in Social Media e Web Community Manager di Make it So, l’approccio metodologico è fortemente orientato verso la pratica, sono previste esercitazioni, prove di verifica su pc dove verranno analizzati diversi casi aziendali.
Al termine della didattica i partecipanti elaboreranno un project work, che permette di sviluppare in maniera pratica e autonoma le competenze acquisite durante il percorso formativo sui tools e i social media più importanti.
 
 
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...