lunedì 21 dicembre 2015

Facebook abbandona Flash per i video

I video da alcuni mesi sono diventati i contenuti più condivisibili su Facebook, per questo motivo molte aziende usano questo strumento per comunicare velocemente con i proprio clienti.


Facebook nelle pagine aziendali e nei profili sta dando maggiore spazio ai video rispetto agli album fotografici e ai link, annunciando che da ora in poi tutti i video che gli utenti visualizzeranno all'interno dei social network saranno visualizzati all'interno di un player basato su HTML5 e non su Flash.
Il social network ha dunque deciso di abbandonare per il video l'utilizzo di Adobe, al fine di rendere più semplice la visualizzazione, mettendoli al sicuro da tutte le vulnerabilità che colpiscono il plugin di Adobe.
Facebook non ha abbandonato del tutto Adobe, ma continuerà ad utilizzare la tecnlogia per i giochi presenti sul social network, per offrire agli utenti un'esperienza di gioco sicura e affidabile.

Make it So, sempre attenta alle esigenze del mercato del lavoro, organizza il Master in Social Media e Web Community Manager, dove imparerai ad utilizzare tutti gli strumenti per lavorare in azienda o in autonomia sui social network.
Durante il Master verranno effettuati laboratori pratici per sviluppare in maniera autonoma tutte le competenze acquisite durante la parte teorica. Al termine del Master i partecipanti svolgeranno un project work su casi aziendali dando un approccio metodologico pratico.

Per avere maggiori informazioni manda una mail a info@makeitso.it

venerdì 4 dicembre 2015

Trovare lavoro a Napoli

Il 27 novembre  a Napoli è stato presentato il  nuovo libro di Massimo Perciavalle “Ottieni il lavoro che vuoi” edito da Franco Angeli. Durante la presentazione è stato affrontata la tematica del lavoro e gli strumenti per ricercarlo più velocemente e la voglia di autorealizzarsi dei giovani e anche dei meno giovani a Napoli, hanno fatto si che ci fosse un forte interesse dai partecipanti sulla tematica.

Ad accompagnare la presentazione del libro, la relatrice Michela Mancini, addetto comunicazione del portale Mioterapista, e della società di consulenza Tangram.


Riportiamo le parole di Michela alla presentazione: “ stasera parleremo di un argomento importante per la città di Napoli e per i napoletani, ovvero il lavoro. Ascolteremo i preziosi consigli di Massimo Perciavalle riguardo ad un tema  delicato che darà una nuova speranza e prospettiva ai giovani e meno giovani, facendo scoprire che non sarà più un sogno ottenere il lavoro che soddisfi le nostre passioni. Massimo Perciavalle, è il fondatore e responsabile della scuola di formazione e consulenza Make it So, attualmente è un coach del lavoro e della carriera, supporta giovani e professionisti nella ricerca del lavoro e nel proprio percorso di crescita aziendale. Tengo a precisare che Massimo Perciavalle è stata una persona assolutamente coerente nella vita perché ha iniziato fin da subito ad affrontare tematiche del lavoro, lui è innanzitutto uno psicologo del lavoro, ha avuto nella sua vita la coerenza di scegliere una tematica e di portarla fino in fondo dall’inizio e questo è sicuramente un suo pregio. Attraverso la lettura del libro ci propone un percorso fatto di domande ed esercizi per ricercare il lavoro che si vuole”.

Massimo Perciavalle esordisce: il grande motivatore Antony Robbins dice: “Puoi avere ciò che vuoi semplicemente se sei disposto a liberarti della convinzione che tu non puoi averlo”.
Pensando alla realizzazione dei propri obiettivi professionali sono dell’idea che ognuno di noi può realizzare la professione che ci interessa se davvero questo è allineato con tutti gli altri valori della persona.

Le soluzioni per arrivare a raggiungere il lavoro che interessa e piace sono due:

1) cercare con costanza il lavoro e la professione che piace in diversi contesti organizzativi e continuare a cercare fino a quando non si è soddisfatti.

2) iniziare il percorso verso la libertà e la creazione. Essere fautori del proprio progetto e diventare imprenditori di se stessi; può essere stimolante ma non è per tutti lo stesso tipo di sensazione.
Per realizzare o aprire un’ impresa o affrontare un cambiamento professionale il per-corso che consiglio è di agire su tre aspetti che spiego nel libro:

1-           Autoconsapevolezza di valori, regole e punti forti
2-           Costruire e mantenere l’atteggiamento mentale giusto
3-           Delineare obiettivi chiari e un piano d’azione
4-           Sviluppare il proprio personal branding














Prossimo appuntamento a Torino il giorno 11 Dicembre ore presso Mood Libri & Caffè via Cesare Battisti, 3 Torino

                                                          Ottieni il lavoro che vuoi.
                             Riscopri le tue ambizioni e valorizza le tue risorse con il self-coaching
                                                                   Massimo Perciavalle
                                                                          Clicca qui



mercoledì 11 novembre 2015

Il lavoro del futuro

Un brand è l'insieme di impressioni, pensieri e riconoscimenti, positivi e negativi, che le persone, nel target di riferimento scelto, associano ad una azienda, un prodotto o un servizio.
Nel personal brand la consapevolezza è definita da chi tu sei, la fiducia viene costruita dalle tue credenziali e dalle tue esperienze, la reputazione dai tuoi risultati e la percezione dai tuoi interessi personali. Ognuno di Noi deve curare il proprio brand, partendo da quello personale fino a quello professionale, il brand è quello che ti rende specifico, selettivo e in molti casi ti contraddistingue dalla concorrenza, ovvero è il tuo marchio di fabbrica.
               Il marchio personale è il motivo per cui qualcuno dovrebbe preferirti nel tuo mercato.



Siamo in un mercato globale, pieno di concorrenza, dove bisogna sempre far emergere i propri punti di forza e valorizzare il proprio brand, ipersonal brand è una possibilità (ed una opportunità) per emergere, distinguersi, fare la differenza e per creare valore per se e per gli altri.
Tra le attività emergenti nei prossimi anni ci sarà quella del Personal Brender Manager, consulente professionale che aiuta i suoi clienti a creare un proprio marchio personale, un "personal brand", utilizzando tutti i canali di comunicazione possibili come i social network e gli altri mezzi di comunicazione di massa.
Il Personal Brander si occupa di definire insieme al professionista cliente che tipo di identità e personalità vuole trasmettere; lo aiuta a sviluppare il networking in maniera veloce e virale attraverso i nuovi canali social Facebook, Twitter, blog e così via. 
La sua competenza è utile per trasferire i valori del cliente creando una sua identità digitale e misurando quanto questa immagine virtuale è attraente, differenziante e compatibile con la realtà professionale. La figura del Personal brander è tra le nuove professioni più ricercate, vista anche l'opportunità di lavorare da consulente esterno il cosidetto "tuttofare", anche le ricerche sul mercato del lavoro individuano la professione del Personal Brander tra le più ricercate e retribuite.    
Make it So, organizza il Corso in
Personal Brander Manager, il primo corso in Italia che va incontro alle esigenze del mercato del lavoro, nello specifico su uno dei lavori emergenti.
                                           
Il Corso in Personal Brander è suddiviso in 4 moduli:
I Modulo Comunicazione e Marketing Personale                                                 
- Il personal brander specialist:  il consulente che crea valore aggiunto a professionisti, celebrità, artisti, sportivi
- Costruire il piano di personal branding
- La creazione e condivisione di contenuti.

- Diventare “editori” per promuovere la propria attività - blog e altri strumenti 
- Personal Branding Canvas: l'innovativo metodo per progettare il piano personale di carriera e di sviluppo
II Modulo  Personal Coaching                                                                                      
- Coaching: sviluppare nei clienti consapevolezza e direzione
- Prendere consapevolezza dei propri valori e regole
- Individuare la propria Mission Personale
- La strategia per definire O.B.I.E.T.T.l.V.I chiari e precisi e definire un piano d'azione.
- Le risorse di cui si hanno bisogno e il piano d’azione
- Benessere fisico e Mentale
III Modulo Posizionamento Social Network
- Le Strategie di networking: i Social Media per aumentare la visibilità professionale
- L’utilizzo efficace e vincente di Linkedin
- Comunicare il proprio brand su Facebook
- Personal storytelling: costruire e narrare la propria identità online
- Le altre opportunità e strategie per ottenere visibilità

IV Modulo Coaching e Consulenza
2 sessioni via Skype di assistenza e consulenza per il tuo progetto personale
2 sessioni di coaching telefoniche o in presenza per sostenere il tuo progetto e la tua motivazione
Il corso si terrà nelle seguenti giornate:
23 gennaio
30 gennaio
13 febbario
Il corso si svolge presso la sede di Make it So sita in Via Corfinio,9, a 100 metri dalla metropolitana di San Giovanni dalle ore 10,00 alle 18,00.
I formatori del corso sono:Stefano Principato – Digital Specialist e Coach e Massimo Perciavalle – Career Coach accreditato da ICF international
Per informazioni contattare la segreteria didattica al n. 06.45471749 o inviare i propri dati a info@makeitso.it


venerdì 30 ottobre 2015

Storytelling fotografico della presentazione del libro del coach del lavoro e della carriera Massimo Perciavalle "Ottieni il lavoro che vuoi"



Se ci si vuole impegnare nel proprio cambiamento professionale occorre, prima di tutto iniziare
ad agire su tre aspetti:
  1. Autoconsapevolezza
  2.  Costruire e mantenere l’atteggiamento mentale giusto
  3.  Delineare obiettivi chiari
  















Le attività di riflessione che ti propongo riguardano tre momenti:
  1. La scoperta delle credenze più profonde che spingono alle scelte personali e lavorative
  2.  La riflessione sulle regole che ci autoimponiamo
  3.  Il bilancio e la focalizzazione sui i tuoi punti forti per la definizione delle tua professione ideale
    



 Ottieni il lavoro che vuoi.
Riscopri le tue ambizioni e valorizza le tue risorse con il self-coaching
Massimo Perciavalle
Clicca qui



giovedì 22 ottobre 2015

Scopri gli elementi di una comunicazione scientifica efficiente

La comunicazione è uno degli strumenti più importanti per veicolare un messaggio, esistono diversi modi di comunicare:
  1. verbale
  2. non verbale 
  3. paraverbale




La comunicazione è cambiata molto con il passare degli anni, passando dal cartaceo-media ai social, lasciando però invariato il suo obiettivo principale ovvero quello di trasmettere in maniera semplice e diretta il messaggio al destinatario.
 
La comunicazione scientifica negli ultimi anni è quella che ha subito più cambiamenti ed è quella che viene utilizzata in più ambiti: istituzionale, giornalistico, digitale e comunicazione in pubblico. Bisogna sempre essere aggiornati per essere esperti che sappiano scrivere e rappresentare la scienza in maniera estesa e chiara dirigendola ai non addetti ai lavori.
 
Un esperto di comunicazione scientifica
  • Rappresenta la scienza in maniera estesa
  • Espone con linguaggio semplice
  • Spiega esempi pratici
  • Parla con un linguaggio chiaro
Gli elementi per una comunicazione scientifica efficiente sono:
  • Fonte
  • Linguaggio
  • Immagine

Make it So, Business School di Roma, eroga il Master in Comunicazione scientifica, nuove agevolazioni per studenti fuori sede o che hanno raggiunto una votazione superiore al 100, puoi usufruire dei servizi di coaching e placement nelle aziende partner.

Clicca qui per saperne di più sugli elementi della comunicazione scientifica.

Per info mandaci una mail a info@makeitso.it.

 

mercoledì 14 ottobre 2015

Presentazione del libro "Ottieni il Lavoro che vuoi" 27 ottobre alla Feltrinelli di viale Libia alle 18.00

Riscopri le tua ambizioni e valorizza le risorse con il Self-Coaching

                                                                                                          
                                                                                   Comunicato Stampa
Il 21 Ottobre 2015 l’editore Franco Angeli pubblicherà il nuovo libro di Massimo Perciavalle, coach del lavoro e della carriera, dal titolo “Ottieni il lavoro che vuoi

Il 27 Ottobre Massimo Perciavalle presenterà il suo libro “Ottieni il lavoro che vuoi” presso la Feltrinelli di viale Libia 186, alle ore 18.00.
Ad accompagnare la presentazione il relatore Marco Adragna, Coach della relazione e membro del dipartimento Education dell'Università di Oxford.
Ottieni il lavoro che vuoi vuole essere una risposta per giovani e meno giovani, per chi ha un lavoro, per chi non ce l’ha, per chi l’ha perso e per chi è alla ricerca di qualcosa che soddisfi  le proprie passioni. 
La lettura di Ottieni il lavoro che vuoi vi aiuterà a trovare un lavoro in linea con i vostri valori e ideali e vi porterà a stare meglio con voi stessi e con gli altri. Lo farà accompagnandovi in un percorso di self-coaching. Il self-coaching è una pratica che vi permetterà, attraverso domande, stimoli ed esercizi, di attivare riflessioni e suggestioni per scoprire possibilità e prospettive che magari sono a portata di mano ma che normalmente non considerate. 
Stimolerà la vostra motivazione e responsabilità, rendendola più funzionale al raggiungimento dei vostri desideri professionali. Prenderete consapevolezza di alcune vostre risorse interiori e potrete così valorizzarle e utilizzarle a vostro favore nel lavoro e nella professione. 
Capirete come mantenere un atteggiamento positivo, propositivo e fiducioso delle vostre possibilità. Imparerete ad essere meno timorosi nell’affrontare le difficoltà quotidiane del mercato lavorativo attuale. 
Individuerete obiettivi professionali chiari e raggiungibili che vi permetteranno di comprendere il vostro focus e di prendere una direzione precisa. Svilupperete un piano d’azione che vi darà modo di utilizzare al meglio anche gli strumenti 3.0 del nuovo millennio, per attuare una strategia di personal branding vincente e redditizia. 
Un libro utile per tutti. Un modo per premiarsi, fermarsi un attimo e dedicare un po’ più di tempo a se stessi in maniera introspettiva ed efficiente per il proprio futuro professionale e di vita.
 
 
Massimo Perciavalle fondatore della Scuola di Alta Formazione “Make it So”, psicologo del lavoro, attualmente è un coach riconosciuto presso l’International Coach Federation (ACC) e socio della Società di Coaching Psicologico Italiana; E’ un Career e business coach, supporta giovani e professionisti nella ricerca del lavoro, lo sviluppo di carriera e nel proprio percorso di crescita in azienda.  E’ già coautore del libro Farsi assumere in Tempo di Crisi della Franco Angeli (2013).          
Ti aspettiamo, Non mancare
 

giovedì 8 ottobre 2015

Come aprire una pagina Facebook, potenzialità e vantaggi.


Hai un sito o un blog, ora per pubblicizzarlo, non devi avere un bugdet importante, ma con dei semplici click puoi far conoscere la tua attività velocemente, vuoi scoprire come?

Crea una pagina Facebook.

I social sono il veicolo più facile e diretto per far conoscere la tua attività in maniera semplice e chiara, Facebook è il social con il numero più alto di utenti iscritti, per questo puoi colpire un numero importante di potenziali clienti.
Creare una pagina Facebook è semplice e gratuito, un consiglio non trascurare mai la tua pagina, inserisci in maniera programmata i contenuti, in modo da poter condivisi dai tuoi fan, stilando un piano editoriale.



Facebook ti dà l'opportunità di dedicare la tua pagina ad una impresa locale o luogo, ad un artista, gruppo musicale o personaggio pubblico, una causa o comunità.

Sulla voce Marchio o prodotto, ti dà la possibilità di creare una pagina dedicata al tuo blog o sito internet, poi seleziona l’opzione Sito Web e digita il nome del tuo sito nel campo Nome del marchio o del prodotto e fai click sul pulsante Inizio.

Dopo aver individuato la tua attività, esce una nuova schermata, dove dovrai inserire una breve descrizione, con l'url del sito, che serve per reindirizzare gli utenti nella tua pagina del sito o del blog, lo scopo della pagina è di portare traffico sul tuo sito.
Poi inserisci il tuo logo nell'immagine del profilo e come foto copertina inserisci il prodotto o il servizio che meglio pubblicizzi la tua attività.
In ultimo per completare l'attivazione, inserisci etàluoghisesso e interessi, poi la tua pagina è completa.

Ricorda di non trascurare mai la tua pagina Facebook, è una vetrina importante della tua attività, inserisci contenuti pertinenti. Facebook ti dà l'opportunità anche di incrementare "I Mi Piace".

Corso su Facebook Marketing.

Per avere maggiori informazioni manda una mail a info@makeitso.it o chiama la segreteria didattica allo 0645471749

martedì 15 settembre 2015

Scopri le agevolazioni del Master in Comunicazione Scientifica

l Master forma esperti della comunicazione che sappiano rappresentare la scienza in maniera estesa
Make it So vigile alle esigenze del mondo del lavoro e orientata sempre allo sviluppo professionale,  ha progettato la quarta edizione del Master in Comunicazione scientifica, in grado di formare esperti della comunicazione che sappiano rappresentare la scienza in maniera estesa e chiara dirigendola anche ai non addetti ai lavori.
                                                       

La comunicazione scientifica è un processo dinamico di pubblicazione e divulgazione della ricerca di enti pubblici e privati, le fonti principali della comunicazione scientifica sono: Istituti di Ricerca, Convegni, Internet, TV - Radio e in ultimo le riviste specializzate. Con l’era del digital, sono state fatte delle modifiche rilevanti sulla comunicazione, facendo rimanere invariato l’obiettivo principale ovvero di tradurre il linguaggio scientifico anche ai non tecnici e di utilizzare tutti gli strumenti disponibili dai media. 
La comunicazione è un’ area aziendale sempre in continuo evolversi, nel mese di Novembre partirà la quarta edizione del Master con delle modifiche ai contenuti al fine di dare delle competenze specifiche e dettagliate ai partecipanti. La metodologia di apprendimento è pratica ed esperienziale, attraverso l’analisi di casi aziendali e simulazioni pratiche, per chi avesse bisogno di un supporto può usufruire dell’assistenza di un comitato scientifico, composto da professionisti ed esperti del settore:

Giorgio di Bernardo, giornalista, scrittore e divulgatore scientifico
Giovanni Mazzitelli - Presidente Frascati Scienza
Ilaria Ciancaleoni Bartoli: Direttrice Osservatorio Nazionale Malattie Rare
Ettore Perozzi: Space Foundation
Il Master in Comunicazione Scientifica si pone come obiettivo quindi di formare figure specialistiche sia quello di fornire ai ricercatori, scienziati e addetti ai lavori le competenze per raccontare e rappresentare la scienza in modo accattivante e comprensibile.
Scopri le nuove agevolazioni del il Master in Comunicazione Scientifica.
 Al termine del Master sono previsti incontri di coaching orientati alla professione e alla carriera e del servizio placement.
Per maggiori informazioni invia un mail a info@makeitso.it o contatta la segreteria allo 0645471749.

venerdì 31 luglio 2015

Gli errori del social media manager

                                             

I social network sono tra gli strumenti più comuni per pubblicizzare e promuovere nel miglior modo possibile il  proprio brand aziendale, il social media manager è lo specialista che si dedica allo sviluppo dell’azienda sul web, cura le relazioni e genera visibilità su social media, comunità virtuali e aggregatori 2.0.

I Social Media sono uno strumento potente per promuovere il vostro brand, portare visitatori al vostro sito web e aumentare i lead per convertirli in clienti, ma possono essere un’arma a doppio taglio se non utilizzati correttamente, compromettendo la vostra reputazione.

Ora vi elenchiamo alcuni errori che molti social media manager devono evitare:

1) Ogni social network ha delle caratteristiche specifiche, per questo bisogna scegliere i social più efficaci che possono promuovere nel miglior modo possibile il proprio brand.

2) Essere iscritti contemporaneamente a tutti i social network e non aggiornarli costantemente non porta nessun aumento del traffico sul proprio sito o di follower sulla vostra pagina. Bisogna curare le vostre pagine caricando post, immagini e video che possano catturare l’attenzione e la curiosità dei vostri fun.

3) Individuare sui social il proprio target, non si misura il successo di una pagina con il numero di fan o followers.

4) Avere sempre un piano editoriale che segua una linea specifica aziendale, con una programmazione sistematica ed organizzata dei post.

5) Non cancellare i commenti negativi, neanche quando sono offensivi. Non bisogna scappare, bisogna saper affrontare i feedback negativi e rispondere in maniera cordiale.

6) Non essere autoreferenziale, che parlato solo di se e delle vostre offerte, alla fine annoierà i proprio fun.



venerdì 17 luglio 2015

Storytelling fotografico del Corso in strategie di blogging e posizionamento online

Strategie di blogging e posizionamento online.
Docenti: Rudy Bandiera, Massimo Perciavalle ed Enzo Santagata

     
               

            



 
 
 
 



 
        
 
                 
                                                       


giovedì 25 giugno 2015

Ultimi posti per accedere al Corso Skill Lab: Strategia di Blogging e Posizionamento Online

Make it So, business school di Roma, sempre all'avanguardia nel panorama della formazione, organizza corsi sempre attuali al fine di dare competenze che sono tra le più ricercate nel mondo del lavoro.



Il 4 e 5 Luglio Make it So, organizza un corso intensivo sulle strategie di Blogging e di Posizionamento online, ormai fondamentali per promuoversi nel miglior modo possibile in ambito professionale.
Sono Skills molto ricercate attualmente, soprattutto con il passaggio dal web 1.0 al web 2.0, dove la relazione tra azienda e il cliente è diretta e promuovere i proprio servizi si determina solo con l’utilizzo di parole chiavi. 

Disponibili gli ultimi posti e agevolazioni speciali per chi vuole prendere parte al corso.

L'obiettivo del corso STRATEGIE DI BLOGGING E POSIZIONAMENTO ONLINE è quello di gestire al meglio il tema del blog come strumento per la promozione di sé stessi e della propria professione o per raccontare i prodotti e servizi della propria azienda. Il corso permetterà infatti di avere anche una panoramica sulle tecniche per migliorare il posizionamento organico nei motori di ricerca attraverso le tecniche sei semantico o campagne su Google.

Durante il corso sono previste esercitazioni per mettere in pratico tutti gli aspetti analizzati durante la teoria, con un confronto continuo e diretto dei partecipanti con i docenti. I docenti esperti della materia, condivideranno la loro esperienza sul campo, al fine di dare consigli utili sulle strategie di blogging e posizionamento online detto comunemente SEO, utilissimo ora per lavorare nel settore della comunicazione aziendale e per ricoprire diverse posizione di lavoro nel web marketing.


Docenti e blogger di fama nazione terranno il corso:


RUDY BANDIERA: Blogger, giornalista, docente di marketing online, consulente Web; esperto in Storytelling e blogging. Fondatore di NetPropaganda s.r.l, un'agenzia che cura l’identità nel mondo digitale e aiuta a  fare business alle aziende e privati. Risultato tra i 10 personaggi della Rete più influenti nel Web al Macchianera Italian Awards 2014, "l'oscar del Web" il suo blog è tra i 100 più influenti in Italia . Autore del libro "Rischi e opportunità del Web 3.0

ENZO SANTAGATA: Digital Project Manager presso BizUp Media. Dopo una tesi sul rapporto tra Campari e i suoi consumatori, approfondisce il mondo del web marketing e dei social media sia online fondando  il portale socialmediamarketing.it che sul campo grazie a varie esperienze professionali in aziende e agenzie. Da un paio d'anni si occupa di progetti in ambito web marketing e online advertising per BizUp.
MASSIMO PERCIAVALLE:  Career Coach,  Esperto di e-recruiting e personal branding. Ha scritto insieme ad Alessandro Prunesti Farsi assumere in tempo di crisi. E’ Fondatore della scuola Make it So.

Per avere maggiori informazioni in merito al corso manda un mail a info@makeitso.it o chiama alla segreteria al numero 064547179


mercoledì 27 maggio 2015

Intervista a Ferdinando Signorelli




Il social media marketing è un’area in continua espansione dal momento che le aziende utilizzano i social network per comunicare e promuovere facilmente il loro brand e i loro prodotti.
Le figure specializzate nel social media marketing sono attualmente tra le più ricercate in azienda e società di consulenza, grazie alla rivoluzione digitale.
Ogni social ha delle caratteristiche ben precise, per questo motivo bisogna imparare a conoscere e a utilizzare tutti i social network per essere partecipi in prima persona di questa rivoluzione digitale e di usufruire delle innumerevoli posizioni di lavoro in questo ambito.





1) Potresti presentarti e spiegarci di cosa ti occupi?
Mi chiamo Ferdinando Signorelli e mi occupo sostanzialmente di comunicazione, sono specializzato in grafica, web design, web development e web marketing in generale.
Ho conseguito un master in comunicazione multimediale e ho cominciato a lavorare in diverse agenzie pubblicitarie e web agency accumulando, ad oggi,  ben otto anni di esperienza e pratica sul campo. Molti di questi anni li ho spesi soprattutto in veste di grafico e web designer – developer, ma nell’ultimo anno ho approfondito maggiormente le mie competenze in ambito SEO, Social e Advertising, lavorando a diversi progetti in cui ho ottenuto ottimi risultati in chiave SEO e attraverso campagne Facebook ADS, Twitter ADS e Adwords.   Mi piace l’idea di poter lavorare facendo ciò che amo perché così il lavoro non pesa, anzi, è un piacere! Mi auguro di cuore che tutti possano riuscire in questo, ecco perché nel mio lavoro quotidiano faccio il possibile per rendere visibili e vincenti le idee di chi si affida a me.

2) Cosa pensi dell’evoluzione del Web Marketing?
Credo che sia davvero la nuova frontiera del business ad ogni livello e una grande opportunità per tutti, un bene prezioso per chi ci lavora e per chi ne usufruisce. Il web è un mondo ancora in fortissima espansione ed ha ancora tanto da dare!
Basti pensare a come si sta sviluppando in modo esponenziale l’uso della rete attraverso le tecnologie mobile, pian piano le persone faranno tutto online, da qualunque posizione e in qualsiasi momento. Già accade, ma questo stile di vita sarà sempre più alla portata di tutti. Se pensi al web marketing abbinato al mondo delle APP e delle affiliazioni allora ti rendi conto che non ci sono limiti alla fantasia e al business. I numeri e le statistiche sono impressionanti e lasciano davvero intuire un potenziale ancora tutto da cavalcare! L’importante è essere svegli e al passo. Non è un caso se le più grandi aziende al mondo sono nate dal web e si sono sviluppate a dismisura alla velocità della luce, per esempio Google, Facebook, Twitter e molti altri. Ci sono anche infinite realtà meno note che hanno realizzato solidissime imprese assumendo centinaia e migliaia di lavoratori.


3) Come ti sei avvicinato al Social Media Management?
Come dicevo, sono nato con un master in comunicazione multimediale e lavorando tanti anni in diverse web agency e agenzie pubblicitarie, il passo è breve. I social media rappresentano il passa-parola moderno, sono il cuore della comunicazione e l’alta velocità della rete che già di suo è stata una rivoluzione e ha velocizzato tutto riducendo le distanze ad ogni livello, ma con l’avvento dei social abbiamo raggiunto velocità impressionanti. E’ soprattutto grazie ai social e alle app che il  web è diventato così velocemente parte integrante della vita comune. Un operatore del web non può non conoscere, utilizzare e padroneggiare a memoria queste meravigliose e preziosissime piazze virtuali.


4) Quali sono le gioie e i dolori della tua esperienza professionale che ti senti di condividere?
Gioie tante! Ogni giorno, sempre, tutta la vita! J
Ogni giorno qualcuno mi legge, mi condivide, mi fa un apprezzamento, insomma, grazie al mio lavoro sento che esisto, che ci sono e che interagisco con il mondo e, soprattutto, il mondo interagisce con me J
Dolori… l’unico forse è il tempo, il tempo non mi basta mai, questo lavoro ti mette in un vortice che se non fai attenzione non hai più vita sociale!
Devo fare fatica per liberarmi ed essere più presente possibile in famiglia, questa cosa (la gestione del tempo) mi crea tanto stress. Però, se fai un lavoro che ami, sai che non c’è libertà più grande al mondo e non c’è schiavitù più dolce!


5) Secondo il tuo parere l'errore da evitare assolutamente nella gestione di un social network?
Pensare che sia qualcosa fine a se stesso. Il social network è a tutti gli effetti una piazza, un ambiente, una comunità in cui devi fare attenzione e imparare in modo veloce come ci si comporta e adeguarti. Proprio come succede nella vita!
Molti fanno l’errore di comportarsi un po’ come gli pare o di usare lo stesso approccio in tutti i social. Quando arrivi in un gruppo, in una community, in un forum, leggi le regole, osserva i membri, le discussioni ecc.. Cerca di capire se è il caso o meno di proporre un contenuto e in che modo farlo.


6) Quali qualità/capacità sono oggi indispensabili per essere un professionista della comunicazione?
Bisogna essere aperti all’innovazione e al cambiamento, tenaci nello stare al passo, umili e modesti (i saccenti presuntuosi e arroganti non piacciono a nessuno), pacifici e diplomatici evitando il più possibile le polemiche, studiare tanto e con costanza sempre (non si smette mai), avere una personalità sensibile ma solida e forte e, se per tua fortuna sei anche una persona empatica, allora fai bingo! ;-)


7) Quale mezzo di comunicazione o metodo consiglieresti per pubblicizzare il proprio brand e raggiungere il proprio target di riferimento?
Ovviamente non c’è la risposta assoluta, i mezzi e i metodi dipendono dal brand, dal prodotto/servizio che offri, dal tuo target, dal momento, dai trends e da tanti altri fattori che vanno valutati caso per caso. Ad ogni modo le aziende/imprese, piccole o grandi che siano e i professionisti che le fondano o le popolano dovrebbero abituarsi all’idea di cominciare a creare e nutrire liste di utenti in target sin da subito. Sii onesto, magnanimo e discreto, vedrai che nel tempo sarai ricompensato e avrai un tesoro che nessun social o nessuna campagna a pagamento potrà eguagliare.



8) Che suggerimenti daresti a chi vuole diventare Social Media Abbi rispetto per i social e comportati come ti comporteresti nella vita reale.
In qualche caso addirittura potresti fare il percorso inverso, potresti imparare molto dalla rete e diventare una persona migliore anche nella vita. Come sempre, l’arte sta nel tirare fuori il meglio da ogni cosa. 

Diventa pure tu un esperto dei Social Media, Make it So organizza il Corso Social Media Marketing, docenti e blogger di fama nazionale: Rudy Bandiera, Lorena Fanunza, Enzo Santagata, Stefano Principato e Massimo Perciavalle.

Per info e dettagli: info@makeitso.it

martedì 12 maggio 2015

Il potere di Facebook nella pubblicità



Secondo il rapporto sullo stadio dei media 2015 redatto dal Pew Research Center si è rafforzata ancora di più la posizione dominante di Facebook nel digitale.
Facebook, Google, Microsoft, Yahoo e AOL generano il 61 per cento del revenue digitale. La quota incassata da Facebook è raddoppiata negli ultimi due anni arrivando al 10 % del totale che equivale a 5 miliardi di dollari di introiti pubblicitari solo l’anno scorso. 

Un quarto di tutte le inserzioni appaiono su Facebook, quota che raggiunge il 37%, soprattutto con l’esplosione del mobile e con l’applicazione di Facebook sempre in continuo aggiornamento per dar un servizio migliore ai propri clienti. Un minuto su 5 passati sullo smartphone, lo si trascorre sul social network di Mark Zuckerberg, in America, il possessore di smartphone passa mediamente 42 minuti al giorno sulla piattaforma, ormai anche in Europa e soprattutto in Italia si sta avvertendo questo cambiamento. Il mercato inoltre ha dato una risposta a quella che era rimasta un’incognita: la crescita del revenue realizzato sui telefonini per Facebook è pari, con il 20%, alla diminuzione della fetta realizzata sul desktop, ora la maggior parte della gente si collega solo sul mobile. Da uno studio del Pew Research Center dell’anno scorso sosteneva che la maggior parte degli adulti si informa tramite Facebook, ormai principale motore di informazione.

Facebook non è solo il portale attraverso cui si accede all’universo online, alle relazioni sociali e all’informazione; è anche il tramite per collegarsi ad altre piattaforme e aziende. Ad esempio, Vox ha calcolato che il 40% dei suoi accessi provengono attraverso Facebook.
L’algoritmo – del motore Google o di Facebook – è per il momento l’oracolo dell’era digitale. E chi lo possiede, il signore del web.
Facebok sta diventando il social più utilizzato non solo dai privati ma anche dalle aziende per la loro brand reputation, ma anche per interagire con i propri clienti, per qualsiasi tipo di comunicazione e promozione.

Facebook è ricco di strumenti e tecniche, Make it So organizza il corso Skill Lab: Facebook  Marketing dove potrai conoscere e applicare le ultime strategie di Facebook Marketing.


Docente del Corso:
Fabrizio Trentacosti: Blogger, autore e fondatore di TrucchiFacebook.com, la prima risorsa Italiana su Facebook. Esperto Facebook, internet marketing, social network & digital media.  Dal 2008 collabora con diverse società in Italia e all’estero con consulenze, corsi, seminari e workshop di formazione.
                                                                         
                                                                     

Per info: info@makeitso.it o chiama in segreteria allo 0645471749

mercoledì 22 aprile 2015

La crescita occupazionale passa per i social media




Il 2015 è l'anno della consacrazione della rivoluzione digitale, il web e lo scenario della comunicazione digitale sono in continuo fermento.
I social media hanno rivoluzionato letteralmente il modo di comunicare e interagire da parte delle aziende catapultate in un mondo giovane fatto di contatti diretti e immediati con i clienti, con ritorni davvero importanti tra cui ricordiamo il branding e lead, i social più utilizzati dalle aziende sono Facebook, Twitter, Instangram, Google Plus.
Tutte le aziende sono alla ricerca di queste figure per promuovere il loro brand in modo semplice e diretto. Il Ministero dello Sviluppo Economico ha confermato i dati di questa rivoluzione digitale, dimostrando che grazie all'utilizzo dei Social Media si sono create nuove opportunità nel mondo del lavoro, circa 70 mila posti di lavoro e nuovi scenari lavorativi, come se i social possono far crescere l'occupazione di un Paese.


Make it So, scuola di formazione e consulenza, sempre aggiornata ai nuovi scenari lavorativi e a contatto diretto con il mondo del lavoro, con la consacrazione della rivoluzione digitale, ha deciso di andare incontro alle nuove esigenze lavorative e ha organizzato un Corso Intensivo Social Media Manager.

Obiettivi
Partecipando al corso intensivo social media manager potrai inserirti in azienda come esperto della comunicazione social aziendale e operare con preparazione, sicurezza e competenza al fine di supportare l'azienda stessa nel networking e nella promozione dei suoi prodotti e servizi ai clienti già acquisiti e a quelli potenziali.
Il Corso è  intensivo e  permette di avere una conoscenza pratica su tutti i tools e i social media  più importanti per  la Comunicazione e Promozione del brand aziendale  sul web.

Contenuti
La frequenza del Corso intensivo è in formula week-end, ed è composto da 4 moduli, secondo il calendario dettagliato di seguito.
Il Corso è composto da diverse tematiche: ogni week-end formativo sviluppa una competenza specifica, a sé stante.
Gli orari di frequenza sono dalle ore 10,00 alle 18,00.

Il corso si svolge presso la sede di Make it So Roma sita  in via Corfinio, 9 a 100 metri della fermata Metro A – San Giovanni.
4 MODULI

MODULO 1 – Tattiche e strumenti del Social Media Manager

MODULO 2 – Strategie di Social Media eDigital Pr

MODULO 3 –  Linee guida di Marketing e scrittura sul web

MODULO 4 -  Strategie di Blogging e Posizionamento online

Docenti e blogger di fama nazionale:

Fabrizio Trentacosti, Rudy Bandiera, Alessandro Prunesti, Stefano Principato, Lorena Fanunza, Enzo Santagata
Borse di studio

SCOPRI LE SPECIALI AGEVOLAZIONI RISERVATE SOLO AI PRIMI 5 ISCRITTI E OTTIENI UN'AGEVOLAZIONE SPECIALE SUL CORSO E UN TICKET EXTRA PER UN TUO AMICO.

ALTRI BONUS :
1 STRATEGY KIT – con tutte le presentazioni e strumenti visti in aula, esempi di piani editoriali già sviluppati, sitografia e glossario, utili per la tua professione.
1 E-BOOK di approfondimento sul tema Strategie di Social Media Communication
1 COACHING PERSONALIZZATA per l’implementazione, lo sviluppo del tuo progetto professionale e per la promozione del tuo brand personale
6 MESI GRATUITI DEL MAGAZINE  MAKEITSO MAG per rimanere aggiornati sulle ultime strategie e tendenze del mondo social. Alert di ricerche professionali aperte, eventi, interviste a personaggi di tendenza e nuove uscite editoriali del settore.

IN PIU' GARANZIA RISCHIO ZERO
Se entro la fine del primo giorno di corso non sei completamente entusiasta/a potrai richiederci il rimborso dell’intera quota del corso senza nessun altro obbligo nei nostri riguardi.

Per info: info@makeitso.it o chiama in segreteria didattica al numero 0645471749 o visita il nostro sito

giovedì 2 aprile 2015

"Facebook ha creato 70 mila posti di lavoro" come se un social network può far crescere l'occupazione







Un miliardo e 400 persone usano Facebook ogni mese. 900 milioni accedono al giorno al social network di Mark Zuckerberg, in Italia quasi venti milioni di utenti (quasi un terzo della popolazione) si connette sulla piattaforma, più della metà possiede uno smartphone.
Prima internet e poi i social network hanno cambiato e stanno cambiando le abitudini delle persone.

 
La rivoluzione dei social ha influito in maniera considerevole l'economia dei Paesi, con nuovissime opportunità nel campo lavorativo, siamo nell'era della strategia comunicativa digitale dove i social media sono esplosi e sono diventati fondamentali per raggiungere in maniera diretta e veloce il proprio pubblico. 
 La maggior parte delle aziende, lavora sul web, attraverso i canali social 
(Facebook, Twitter, Linkedin, Google Plus), tra le figure più ricercate nel settore della comunicazione, eventi e marketing aziendale figura il Social Media Manager.
Il Social Media Manager cura gli interessi e la reputazione del proprio brand sui social network in modo molto originale e creativo, per istaurare relazioni e fidelizzare i proprio clienti.

Facebook permea completamente le realtà aziendali, modificandone la comunicazione, e di conseguenza il raggio d'azione. Facebook ha promosso una ricerca, curata da Deloitte, sull'impatto economico che il social network ha avuto sul nostro Paese. Una ricerca che è stata presentata al Ministero dello Sviluppo Economico; ritiene che Facebook in Italia abbia un impatto economico pari a 6 miliardi di dollari che abbia contribuito a creare 70 mila posti di lavoro.

All’incontro hanno preso parte:  Daniele Capezzone (Presidenre Commissione Finanze della Camera dei Deputati) Fabio Lalli (Fondatore e CEO IQUII e Docente del Master Social Media Manager e web Community Manager Make it So) Alessandro Micheli (Presidente Confcommercio Giovani) Francesco Sacco (Professore SDA Bocconi) Marco Simoni (Consigliere Economico del Presidente del Consiglio) e Mattia Fiorin (CIO di Fiorin Arredamenti), si è parlato dell'importanza da parte delle aziende di scendere nel web, che rappresenta un'opportunità incredibile di sviluppo
 


Il Ministro dello Sviluppo Economico Federica Guidi sostiene: "I dati della ricerca confermano la validità dell'impegno  del Mise a favore dei processi di internalizzazione e di innovazione delle Pmi, ossatura portante di tutto il Sistema-Paese. I dati emersi dal convegno confermano che l'utilizzo dei social media contribuisce a migliorare produttività e a creare nuovi posti di lavoro. Gli oltre 10.000 nuovi occupati nelle Pmi rappresentano un elemento di assoluto rilievo per un Paese con l'Italia dove la disoccupazione giovanile è fattore di grande preoccupazione".

In periodo nero che sta attraversando il nostro paese ed ha colpito i giovani, l'incremento della rete e dei Social network può aiutare a risolvere questo problema della disoccupazione. Il consigliere del Premier Matteo Renzi, Marco Simoni è convinto di si " Se ci connettessimo di più ad internet ci sarebbero più posti di lavoro", ha sottolineato " se in Italia si connettessero alla Rete lo stesso numero di persone che si collegano in Francia, avremmo 70 mila posti di lavoro in più. Ma più attenzione: certi strumenti funzionano solo in presenza di un sistema 
economico all'altezza".

Navigate più ad internet e specializzatevi sui Social Network su internet e preparatevi sulle nuove competenze richieste nel campo della comunicazione aziendale Make it So dal 23 Maggio propone il


Corso Intensivo Social
Media Manager
per info clicca qui

Invia un mail a info@makeitso.it o chiama al numero 0645471749.
Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...