venerdì 19 dicembre 2014

INTERVISTA AD UN SOCIAL MEDIA MANAGER


Alessandro Pedrazzoli - Web Marketer & Corporate Communication Specialist




Di cosa ti occupi attualmente?

In questo momento sto lavorando per un'azienda che si occupa di accessori per la moda.
L'azienda è già ben conosciuta nel B2B, ma è totalmente priva di una presenza on-line.
Per due brand di questa azienda sto progettando un e-commerce e una serie di attività con l'obiettivo di aumentarne la visibilità e generare conversioni. Nel tempo che mi resta, mi occupo del mio blog e dello sviluppo di altri progetti in WordPress e altre campagne pubblicitarie on-line.


Come ti sei avvicinato al Social Media Management?

Lavorando nella comunicazione ed essendomi specializzato nell'on-line, non ho potuto evitare di conoscere ed imparare ad usare i social in modo professionale, sia per il loro potere di generare conversioni in modo quasi gratuito, che per il loro impatto psicologico sui consumatori.
Inoltre sto cercando di perfezionare la mia abilità nella SEO e i social stanno acquisendo una rilevanza fondamentale anche da questo punto di vista.


Quali sono le gioie e i dolori della tua esperienza professionale che ti senti di condividere?

Sicuramente una delle gioie più grandi è stata la prima volta che un mio articolo ha raggiunto la prima pagina di Google.


Quali qualità/capacità sono oggi indispensabili per essere un efficace SMM?

Oltre alle capacità di targhettizzare e di coinvolgere il pubblico, credo sia indispensabile quella di analisi sugli effetti del lavoro svolto, sia utilizzando i dati messi a disposizione dai social (Insight, Analytics...) sia quelli offerti dai servizi web appositi.


Qual è a tuo parere l'errore da evitare assolutamente nella gestione di un social network?

Mi è capitato di vedere alcuni SMM rispondere maleducatamente alle critiche, causando non pochi danni alla reputazione dell'azienda. Per costruirsi una reputazione serve moltissimo tempo ma per distruggerla basta un SMM improvvisato! Putroppo le aziende spesso non comprendono la reale importanza di gestire professionalmente questo aspetto e affidano il compito a persone non qualificate.


Che suggerimenti daresti a chi vuole diventare SMM?

Molto semplicemente suggerisco di imparare dai grandi.
Avete visto come vengono gestiti i social networks delle grandi aziende? E' tutto pubblico, basta dare un'occhiata!





Alessandropedrazzoli.com


lunedì 15 dicembre 2014

martedì 9 dicembre 2014

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...