martedì 28 ottobre 2014

InfoGraphic: Top 15 social in the world 2014


InfoGraphic: Google Plus Users 2014

InfoGraphic: how users interact on Pinterest


InfoGraphic:youtube video SEO ranking factors


mercoledì 22 ottobre 2014

Il mondo delle App: il caso di EasyDinner


Oggi presentiamo la società Easy Dinner, diventata nostra partner per le collaborazioni stage dei corsisti al Master Social Media Make it So. Abbiamo incontrato uno dei suoi fondatori, Paolo Napolitano.

Come funziona EasyDinner?
Easy Dinner è un’app che permette ai ristoratori di comunicare le proprie offerte e agli utenti di mangiare bene risparmiando: tramite la geolocalizzazione l’utente può visualizzare offerte enogastronomiche in un raggio di spazio da lui definito, con la possibilità di selezionare anche il tipo di pasto che desidera. Infine, per poter ottenere lo sconto, basta mostrare l’app allo staff del ristorante.

Come è nata l’idea?
Easy Dinner nasce in una circostanza molto semplice. Camminavo per Roma con Giovanni Curcio e Giancarlo Motterle (co-fondatori della startup) in cerca di un posto conveniente dove andare a mangiare. Ci trovavamo in un luogo nuovo e nessun sito web era in grado di consigliarci velocemente un locale dove mangiare bene, senza spendere molto. Riflettendo, ci siamo domandati come fosse possibile che con le grandi possibilità del web e della geolocalizzazione, non esistesse un’applicazione capace di fornire semplicemente e velocemente un elenco di offerte in un raggio di chilometri stabilito.
Questa nostra esigenza ha rappresentato il Big Bang di Easy Dinner e da quel momento siamo stati risucchiati in un vortice di idee, entusiasmo e passione ed è partita la nostra avventura.

I motivi per consigliare EasyDinner
Il primo motivo è certamente economico: Easy Dinner è un’applicazione gratuita, concepita per il risparmio degli utenti e la pubblicità dei ristoratori. Inoltre è rapida e semplice da usare: in 3 click è possibile trovare il ristorante più vicino e più conveniente dove mangiare. A differenza di altri servizi, non c’è bisogno di scaricare coupon o di pagare in anticipo. Andare a mangiare fuori risparmiando senza sacrificare la qualità diventa così un gesto semplice e alla portata di tutti.
Il ristoratore, da parte sua, può usufruire di una vetrina espositiva per la sua attività. Senza contare che non è preda di intermediazioni commerciali e può pubblicare direttamente l’offerta sul sito dell’applicazione, in totale autonomia, rendendola subito visibile e decidendone la durata.

Com’è formato il vostro team?
Il nostro team è composto  da circa 20 ragazzi, prevalentemente studenti e neolaureati, con un’età media che non supera i 24 anni. Noi 3 soci fondatori abbiamo avuto l'idea e l'abbiamo portata avanti, coinvolgendo gradualmente un team di sviluppo, un team commerciale, social media specialist, addetti stampa e coordinatori responsabili dell’organizzazione interna. Caos creativo unito a condivisione degli obbiettivi, entrambi fondamentali per portare avanti un progetto come il nostro.

Quali strategie state utilizzando per pubblicizzarvi, nello specifico per quanto riguarda i Social Media?

Stiamo cercando di coinvolgere le persone che usano la nostra app e creare engagement inserendo contenuti non solo riguardanti Easy Dinner e le sue offerte. Vogliamo stimolare il dibattito sul Food e dialogare con i nostri utenti, che consideriamo il nostro valore principale.
Abbiamo due macro filoni che possiamo seguire e stiamo impostando una strategia di storytelling per raccontarli: da un lato i ristoratori, la loro passione e le loro eccellenze, dall'altro i clienti e tutte le storie che si legano ad un buon pasto.
Oltre questo non dobbiamo certamente spiegare quanto siano vasti gli argomenti "cibo" e "risparmio". Giocheremo con questi concetti cercando di coinvolgere il nostro pubblico.

Perché la scelta di un’App e che influenza ha sul target di riferimento?

L'app è mobilità e facilità di accesso ovunque ci troviamo. Presente sul nostro smartphone, Easy Dinner può essere utilizzata in ogni momento. Gli studenti universitari, che rappresentano una grande percentuale del nostro target di riferimento, possono accedere all'app mentre passeggiano in città o sono in stanza a studiare, senza alcuna differenza. Trovare ristoranti convenienti in mobilità è un grande vantaggio per loro.
Buon lavoro a Paolo Napolitano e EasyDinner!

mercoledì 8 ottobre 2014

Scopri come aumentare le vendite con i suggerimenti di Cosimo Melle



Intervista a Cosimo Melle ideatore del Marketing Essenziale, direttore di "Quintuplica - il magazione online dei professionisti del marketing" e autore del libro "Aumentare le vendite - 8 idee pratiche e veloci per riuscirci anche tu."








Non è il prodotto migliore che vende ma quello presentato nel modo più convincente”. Cosimo mi ha incuriosito questa frase che ripeti spesso nei tuoi corsi o sui tuoi profili social. Puoi spiegarcela brevemente?

Tempo fa un negozio di intimo subiva fortemente la pressione di altri tre concorrenti nella zona. Vendevano tutti lo stesso intimo quindi la grande sfida era fare qualcosa di diverso rispetto alla concorrenza. Come attirare quindi nuovi clienti senza puntare come al solito sullo sconto?

Mise l'intimo bianco in una vetrina con scritto "PER GLI ANGELI" e quello rosso e nero nell'altra vetrina con scritto "PER I DIAVOLI". Ha esaurito i prodotti in vetrina nel giro di poche settimane!

Ecco cosa significa. Non sempre abbiamo tra le mani un prodotto unico ed eccezionale, anzi oramai è quasi del tutto impossibile. Però con le giuste idee possiamo presentarlo in modo più convincente dei nostri concorrenti e vendere più di loro.

 Chi è un “alchimista della persuasione”?

Qualunque sia la tua attività imprenditoriale tu sei nel business del convincere (coinvolgere e invogliare) i clienti o aspiranti tali a venire da te. L'alchimista della persuasione aiuta le aziende a fare esattamente questo.
Riconosci un alchimista della persuasione dal fatto che rispetta sempre questi 3 principi fondamentali:
           -Non è il prodotto migliore che vende ma quello presentato 
            nel modo più convincente.

          -La qualità della tua persuasione non sostituisce la qualità del tuo prodotto.

          -Individua l'essenziale. Invalida il resto.

        Qual è il tuo approccio con i Social Media?


Utilizzo i Social Media perché servono e sono un ottimo strumento per farsi conoscere e promuovere le aziende a costi relativamente bassi. 

Paradossalmente io lavoro con il web ma sopporto poco la tecnologia. Ho ideato il "Marketing Essenziale" proprio perché non voglio lavorare più di 2/3 ore al giorno davanti a un pc e cerco di applicare lo stesso metodo anche ai clienti che si affidano a me.

Quale mezzo di comunicazione o metodo consiglieresti per pubblicizzare il proprio brand e raggiungere il proprio target di riferimento?

Se il tuo pubblico sono i privati, in questo momento Facebook è un ottimo strumento se ben utilizzato (a differenza di qualche anno fa dove era totalmente inutile per il business).
Altrimenti bisogna valutare altre strade a seconda del caso.

Ad ogni modo io adotto sempre due strategie:
  1. La strategia a risultato immediato. Richiede investimento in denaro, quasi sempre il primo passo sono Facebook Ads o Google Adwords. Poi a seconda dei casi e dei soldi che si possono investire, esistono anche altre strade secondarie.
  2. La strategia a lungo termineSono una serie di azioni low cost da ripetere costantemente per 1/2 anni per far sì che tu diventa un punto di riferimento nel tuo settore. Questo ti farà arrivare clienti in automatico se lavori bene. Ma nel primo anno stai pur certo che non porta soldi o almeno non abbastanza rispetto al tempo da dedicare. Per questo bisogna abbinare sempre una strategia a risultato immediato per fare cassa.

Ultimi consigli per i nostri lettori?

Un mio amico imprenditore da quando mi ha conosciuto fa sempre la stessa battuta: "Se ti avessi conosciuto prima avrei investito 90.000€ per pubblicità, promozione e marketing, e 10.000€ per ristrutturare il locale. Invece che il contrario come ho fatto 10 anni fa." 

Ok è una battuta. Ma neanche tanto lontana dalla realtà. Non ha senso investire in tutto il resto se poi non hai i soldi per farti trovare.

          Segui Cosimo Melle e i suoi consigli su www.cosimomelle.it

mercoledì 1 ottobre 2014

Scopri come creare una inserzione per un Pubblico Personalizzato con Facebook Ads

Avete mai utilizzato Facebook per raggiungere i clienti o i visitatori della vostra pagina web? Avete mai provato le sue nuove opzioni per personalizzare il  pubblico?
Targettizzare” le proprie offerte e pubblicità puntandole al giusto pubblico/audience è d’obbligo se si vogliono ottenere molte conversioni dalle campagne ads. Allora perché non utilizzare il “remarketing”?



L’obiettivo di questa tecnica è far in modo che il tuo brand sia sempre a portata di mente; si tratta di tenere traccia degli utenti che visitano il sito internet per poi riproporgli la vostra pubblicità quando utilizzano o visitano altri siti web.
Prendendo ad esempio un sito di e-commerce, si sa che le persone raramente comprano la prima volta che entrano in un sito web o ne vedono un’offerta. Gli utenti si prenderanno il loro tempo, metteranno a confronto i prezzi con i competitor e visiteranno altri siti internet prima di valutare l’acquisto.

Facebook mette a disposizione un tool tanto semplice quanto efficace che permette di creare delle pubblicità rivolte ad un target specifico, agli utenti che hanno visitato un determinato sito internet e al tuo database di e-mail.















Inoltre, il tool ti permette di ridurre il target a determinati users che hanno visitato una pagina in particolare o una specifica sezione del sito internet. Quindi, per esempio, se si vuole sponsorizzare una corso di formazione specifico, si può ridurre il target a quei contatti che hanno visualizzato la landing page di quel determinato corso.
Puoi utilizzare questa funzione anche per includere persone o contatti. Puoi promuovere un “post” ed escludere le persone che lo hanno già letto o al quale si sono già iscritti.
Facebook ads offre uno dei mezzi più potenti per colpire il target giusto. Attraverso la creazione di un “Pubblico Personalizzato” si può esplorare e studiare la propria portata e indirizzare maggior traffico verso il proprio sito internet, aumentare le vendite e il numero dei propri fan.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...