venerdì 11 aprile 2014

Il social media management secondo Giusy Congedo


Classe '86, salentina di nascita e ligure d'adozione. Laureata in Comunicazione, si occupa di Social Media Marketing e gestione delle Community online.
Delegato HootSuite per l'Italia e Communty Manager per diversi progetti digitali. Giusy Congedo ci risponde ad alcune domande sul social media managment.

1) Come ti sei avvicinato al social media management? 
È stato un processo del tutto naturale ed ha seguito il mio percorso di studi sulla comunicazione ed assecondato la mia curiosità di scoprire le dinamiche sociali delle relazioni. Precisamente il “mondo social” l’ho conosciuto grazie al corso di “Marketing e comunicazione attraverso i social media e il web 2.0”, momento in cui mi sono rimboccata le maniche e mi sono messa a studiare Web Marketing. È lì che ho trovato la mia vocazione di "Community Manager" (anche spinta dal mio docente e “maestro social” Enrico Giubertoni aka @buzzes). L'amore a prima vista di Twitter [anche se l'ho scoperto solo un paio di anni fa] ha fatto il resto, tant'è che continuo ad (in)formarmi ogni giorno con le mie #pilloledisocial.

2) Quali sono le gioie ed i dolori della tua esperienza professionale che ti senti di condividere?
Non per essere smielata, ma [per ora] le gioie superano di gran lunga i dolori. Sicuramente non ho ancora una lunga carriera e "ne ho ancora da vivere" e cerco di allontanare queste sensazioni negative Indubbiamente i dolori si palesano quando “gli altri” (soprattutto clienti o collaboratori) non comprendono il mio lavoro e lo paragonano al semplice “svago”, ma non mi do mai per vinta… alla fine sono i risultati che contano!

3) Quali qualità/capacità sono oggi essere un efficace community manager? 
Una delle qualità che il community manager dovrebbe avere è l'empatia che, indipendentemente dall'online e dall’offline ti permette di entrare in contatto con le altre persone. Senz'altro deve avere capacità tecniche e conoscere concetti quali copy, PR, advertising, marketing, SEO, (se non in modo approfondito, almeno le basi per comprendere meglio le dinamiche e le potenzialità dei social). Ah… poi avere un grande team di lavoro! Non so se definirla una “qualità/capacità”, ma è una necessità! Non si può fare tutto da soli e più menti fanno sempre “+ di 1”. Vuoi mettere un'idea che nasce, cresce, si anima e si coltiva grazie a diversi spunti? Il processo di brainstorming mi affascina sempre... Ed è una tecnica che uso spesso sia per progetti personali, ma anche e soprattutto con i clienti: un progetto (in senso lato) non è mai "solo mio o solo tuo", ma di tutti.... e riconoscerlo è sempre un punto di forza! [Si capisce che faccio parte di team fantastici?!? :D]

4) Qual è a tuo parere l'errore assolutamente da evitare nella gestione di un social network? 
Non ascoltare quello che la community e le persone che la vivono dicono. Di certo non è semplice e, secondo me, uno dei tanti "tool" da usare quotidianamente è il "buon senso".

5) Che suggerimenti daresti a chi vuole diventare social media manager? Ho 3 consigli nel cassetto (in quanto anche io cerco di seguire ogni giorno): 1. Fare Personal Branding: imparando a condividere e a comunicare le proprie passioni 2. Sapere che c’è sempre una strategia dietro alla “semplice” condivisione di un post 3. Non pensare mai di saper tutto, c'è sempre qualcosa da imparare: formare e informarsi costantemente nel mondo dei social network è una prerogativa assoluta, infatti “siamo tutti studenti avanzati” [cit. Paolo Ratto]. Quello che era valido ieri, non lo sarà domani... Ma non è questo il bello?!

Nessun commento:

Posta un commento

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...