giovedì 11 luglio 2013

6 consigli su come farsi assumere in tempi di crisi



Per superare questo momento difficile del mercato del lavoro occorre operare con creatività, diventare imprenditori di se stessi, investire tempo ed utilizzare tutte le risorse di cui oggi disponiamo per acquisire visibilità grazie anche all’evoluzione del web e alla possibilità di fare networking. Tanto per cominciare, i candidati devono cambiare le modalità per farsi notare: sviluppare una minore tendenza all’invio del cv cartaceo a mezzo posta o fax ed evitare di presentarsi personalmente all’azienda. Quindi occorrerà agire su diversi canali:

1) Usufruire di portali online che permettono l’iscrizione degli aspiranti candidati e registrano i dati curriculari in base alle caratteristiche in database.

Ne esistono tantissimi di portali e siti specializzati nell’incontro tra la domanda e l’offerta del lavoro. Mettono a disposizione del candidato la possibilità di inserire in una banca dati il proprio curriculum (i maggiori esempi di questi siti sono Monster e Career Builder o Jobadvisor). Si stima che siano oltre 150.000.000 i c.v. in rete e tutti facilmente raggiungibili digitando nei più comuni  motori di ricerca le parole chiave utili. Offrono anche la possibilità di consultare una bacheca virtuale, nella quale le aziende pubblicano periodicamente i loro annunci di lavoro: il candidato può così venire a conoscenza di numerose proposte e selezionare l’offerta più opportuna per le sue caratteristiche. Leggendo attentamente i requisiti richiesti, risponderà solo se ad una prima analisi troverà un allineamento con le proprie peculiarità curriculari. A tal fine, è possibile eseguire delle ricerche in base a dei parametri come il settore occupazionale, l’area geografica o il titolo di studio.

2) Visionare la sezione job opportunities, o lavora con noi, e compilare la parte dedicata all’inserimento del proprio profilo  direttamente nei portali internet delle diverse aziende in cui si aspira lavorare. Lo stesso vale per i portali delle società di consulenza specializzate in ricerca e selezione del personale. Solitamente le aziende richiedono la compilazione del curriculum online attraverso dei campi prestabiliti.

3)  Utilizzare i Social network : consentono ai candidati di creare un curriculum online e stringere rapporti con aziende al fine di farsi conoscere. Un esempio tra tutti è Linkedin. Chi è in cerca di lavoro può avere accesso e presentare candidature ad annunci pubblicati dalle imprese. Inoltre grazie al carattere fortemente relazionale che questi strumenti possiedono, un candidato può arrivare a contattare direttamente un’azienda (senza passare per intermediari) al fine di presentare un’auto candidatura.

4) Costruirsi uno spazio redazionale o blog: ogni candidato che possiede una passione legata al settore professionale o un’area di competenza specifica, può rendere visibile queste informazioni costruendo gratuitamente delle pagine personali in cui ci siano dei contenuti interessanti. I blog sono delle aree personali che possono essere utilizzate per raccontare le proprie esperienze, i progetti svolti, gli incontri significativi effettuati, o semplicemente per condividere i propri obiettivi. Se ben curato ogni persona in cerca di lavoro può crearsi una vera e propria reputazione online.

I maggiori servizi per crearsi un blog sono gratuiti  e vengono offerti da Wordpress o da Blogspot. Entrambi hanno interfacce pulite e semplici da usare, con personalizzazione di layout e temi.

5) Partecipare a comunità virtuali, newsgroup: altro strumento fortemente informale, consente ai giovani in cerca di lavoro di attivare una rete di contatti in uno specifico settore, e di mettere in mostra le proprie capacità professionali. Possono essere dei forum, dei gruppi di discussione in cui scambiarsi informazioni ed esperienze sul mercato del lavoro.

6) Compilare il proprio cv su siti specializzati: questi permettono di impostare il font e il carattere più adeguato per rendere il cv professionale e di aumentarne la visibilità sul web creando uno spazio dedicato; impostando semplici parole chiave il profilo del candidato potrà essere recuperato in maniera semplice dai motori di ricerca come google.

Tra questi siti segnaliamo quelli maggiormente utilizzati in Italia oltre a Linkedin, il noto social network lavorativo già citato, segnalo Easy CV, in versione anche italiana, o Face Cv che permettono di scegliere il proprio indirizzo personale, di compilare un curriculum vitae nel formato europeo e di pubblicarlo su un proprio sito internet o blog gratuitamente. Consentono anche di sviluppare ed aggiungere una video presentazione di due minuti con la propria webcam.

Con le potenzialità della rete, se ben utilizzate, i candidati possono diventare i veri protagonisti e rovesciare l’assioma per cui si debba necessariamente attivarsi in maniera diretta e specifica nel ricercare lavoro.

Se pensate di poter fare delle vostre passioni una professione, o se c’è qualche tema che studiate con interesse e su cui avete maturato conoscenze e competenze utili per lo sviluppo della vostra carriera, potete attivarvi per iniziare un’attività di marketing di voi stessi e di personal branding.

I diversi strumenti presenti sul web accelerano il processo di diffusione delle proprie informazioni e la creazione di nuove relazioni. Questa attività deve essere svolta con costanza, e può dare i suoi frutti anche nel breve periodo per uscire dall’ anonimato e dar luce al proprio profilo.


Autore: Massimo Perciavalle

E’ un career coach accreditato da ICF Italia. Segue diversi percorsi di sviluppo personale orientati alla carriera. E’ uno psicologo e si occupa anche di formazione nei temi specifici delle risorse umane e dell’orientamento professionale. Attualmente è socio fondatore di Make it So – Società di formazione e consulenza (www.makeitso.it) e di Team Academy.biz per l’erogazione di tem building esperienziali.

Related Posts Plugin for WordPress, Blogger...